Il viaggio di Ash

Torna alla pagina principale: Ash Ketchum

Il più grande viaggiatore di tutti, tra regioni, mari, arcipelaghi, isole, montagne, vulcani e quant’altro: Ash ne ha viste davvero di tutti i colori, e il suo migliaio di episodi lo dimostra!

Il viaggio di Ash

Original Series
Viaggio_di_Ash_Kanto_Johto_Original_Series_pokemontimes-itDurante la prima disavventura vissuta con Pikachu, Ash prende “in prestito” la bicicletta di una ragazza, Misty, che stava pescando nei paraggi, finendo poi con l’abbrustolirla a causa del Fulmine del suo Pokémon Elettro. Avendo perso la sua bici, la ragazza decide di seguire Ash fino a che non le verrà restituita; poco dopo Misty si rivela essere la sorella delle tre capopalestra di Celestopoli, la città in cui proprio Ash deve recarsi per vincere una delle sue medaglie della regione. Al gruppo si aggiunge anche Brock, capopalestra a Plumbeopoli, con l’intenzione di diventare anche un perfetto allevatore di Pokémon. Nel suo viaggio Ash si scontra molte volte con Gary, nipote del professor Oak nonchè allenatore bravo ma anche molto presuntuoso; la rivalità tra i due cresce ogni episodio. La gang fa le sue prime esperienze attraverso Kanto, dove Ash, a volte con modi non proprio da perfetto allenatore, si conquista otto medaglie su otto grazie alla squadra di Pokémon che riesce a comporre (anche se alcune le ottiene in modi particolari!). Può così partecipare alla Lega Pokémon dell’Altopiano Blu dove, seppure sia solo all’esordio, riuscirà a piazzarsi tra i primi 16, sconfitto solo dal grande amico Ritchie. Conclusa la primissima avventura Brock si separa dal gruppo per rimanere ad aiutare la ricercatrice Ivy, mentre Ash e Misty proseguono passando per l’arcipelago Orange, un gruppo di isole in cui si tiene una piccola lega locale composta da quattro capipalestra e un campione (una modalità molto simile a quella dei videogiochi); ai due si aggiunge Tracey, un osservatore Pokémon che aspira a conoscere il suo mito, Oak, proprio grazie ad Ash e Misty. Come al solito Ash e i suoi amici cattureranno nuovi Pokémon in questa saga; il ragazzo riesce inoltre a vincere le quattro medaglie e a sconfiggere il campione, diventando così il vincitore della Lega Orange. Una volta tornati a Biancavilla, Tracey decide di diventare l’assistente di Oak, mentre Ash e Misty, di nuovo in compagnia del redivivo Brock, ripartono verso Johto, nuova regione ricca di Pokémon mai visti e con una nuova Lega a cui partecipare. Johto diviene il cuore del viaggio di Ash, Misty e Brock; l’orgoglio di Biancavilla conquisterà ancora 8 medaglie, fino ad arrivare allo showdown finale in cui sconfigge anche l’eterno rivale Gary (con la promessa, ora, di rimanere amici per sempre) e riesce a piazzarsi tra i primi 8 della regione, perdendo solo ai quarti di finale. I nostri eroi tornano così a Smeraldopoli, dove l’avventura aveva avuto inizio, e Ash restituisce a Misty la bicicletta distruttale tanto tempo prima; nonostante il reciproco dispiacere di doversi separare, Misty torna a Celestopoli in quanto le sorelle, in partenza, l’hanno nominata come nuova capopalestra, mentre Brock riprende la strada verso casa; Ash non sa resistere al richiamo di Hoenn, una lontana ed affascinante regione, così i tre si separano in un addio strappalacrime e ci danno appuntamento al futuro.

Advanced Generation
Viaggio_di_Ash_Hoenn_Advanced_pokemontimes-itAsh riparte in nave verso Hoenn, altra regione costellata di nuovi Pokémon. Lo fa lasciando tutti i suoi precedenti Pokémon a Biancavilla, con l’intenzione di ricominciare daccapo, solo con Pikachu, proprio come se fossero nel momento del loro esordio. In seguito ad un’incidente avuto con Pikachu a causa del Team Rocket, Ash conosce Vera, neo-allenatrice di Pokémon con le idee non troppo chiare sul proprio futuro, che lo costringe ad accompagnarla per un tratto di viaggio perché Pikachu ha abbrustolito anche a lei la bici. In breve tempo Ash e Vera stabiliscono di viaggiare insieme (è più Vera ad insistere…), presto accompagnati da Max (il fratellino di Vera) e dal solito Brock che li raggiunge. Mentre Vera si impegna a diventare coordinatrice Pokémon, Ash punta ancora una volta il suo obiettivo di essere maestro Pokémon: comincia così a sfidare le otto palestre regionali per vincere altrettante medaglie e qualificarsi alla Lega di Hoenn. Dopo gli otto trionfi, e dopo aver visto Vera competere nel Gran Festival (competizione per coordinatori), Ash disputa la Lega di Hoenn qualificandosi ancora tra i primi otto della regione. Dopodiché si separa da Vera, Max (che tornano a casa propria, a Petalipoli) e Brock, e si avvia verso casa; durante il tragitto, però, incontra un talent-scout di nome Scott, che lo osserva combattere un incontro con una componente dei Super 4, e lo ritiene idoneo per la Frontiera della Lotta, competizione destinata all’elite degli allenatori e che si terrà nella regione di Kanto. Una volta a Kanto, Ash con grande sorpresa troverà ad aspettarlo, oltre a Misty, alla mamma e a Tracey e Oak, anche la stessa Vera, presto raggiunta da Max; poiché Vera scopre che anche a Kanto si terranno gare Pokémon e relativo Gran Festival, i tre partono per rivisitare la regione. E vengono raggiunti di nuovo dall’instancabile Brock! Ash conquista sei simboli parco su sette, mentre per l’ultimo richiama alcuni dei suoi storici Pokémon di Kanto e Johto e dopo aver ripetuto tre volte l’incontro riesce a vincere; diventa così un Master del Parco Lotta, e Scott gli offre un posto come Asso del Parco, ma Ash, attratto dall’ennesima avventura, rifiuta di stare in un posto fermo per troppo tempo. Si separa definitivamente da Max e Vera (che si reca a Johto coi rivali Drew e Harley), saluta anche Brock, poi rincontra Gary, che in breve lo convince a partire per Sinnoh: una regione molto lontana in cui vivono Pokémon mai visti prima.

Diamante e Perla
Viaggio_di_Ash_Sinnoh_Diamante_e_Perla_pokemontimes-itLa nuova generazione si apre con la presentazione di Lucinda, ragazza originaria della città di Duefoglie che ha appena compiuto 10 anni e che parte col sogno di diventare coordinatrice Pokémon col compagno Piplup. Intanto, Ash sbarca a Sinnoh “resettando” ancora una volta la propria squadra di Pokémon, e portando con sé solo Pikachu e Aipom, Pokémon da poco catturato alla fine del viaggio a Kanto e che segue di sua volontà l’allenatore nel nuovo viaggio; a causa del Team Rocket, le peripezie porteranno Lucinda a salvare il Pikachu dell’ancora sconosciuto Ash, e a metterlo in salvo al centro Pokémon di Sabbiafine. Dopo un viavai continuo, Ash (con Brock incontrato ancora una volta) riesce ad unirsi a Lucinda, che gli propone di viaggiare insieme a lui (stavolta senza il pretesto della bici, Lucinda preferisce non dirlo); Ash accetta di buon grado e inizia un nuovo viaggio. Il ragazzo verrà anche coinvolto da Lucinda a fare esperienza nelle gare Pokémon: fa infatti il suo esordio ufficiale insieme a lei, nella gara di Giubilopoli, utilizzando Aipom che sembra molto attratto da queste competizioni; anche Lucinda si inserisce nel contesto degli incontri in palestra dell’amico, talvolta insegnandogli varie tecniche che gli torneranno utili, e spesso facendo anche vistosamente il tifo per lui vestita da cheerleader. A Sinnoh Ash conosce anche Paul, che in breve tempo diverrà uno dei più grandi rivali che abbia mai conosciuto; Paul è in perenne contrasto con Ash in quanto allena i suoi Pokémon incentrandoli solo sulla forza (non sull’amicizia e fiducia, come fa Ash) e talvolta senza nemmeno avere cura della loro salute. Un gran numero di rivali che interagiscono anche con Ash si inserisce in questa generazione, come Zoey (coordinatrice rivale di Lucinda, che convincerà Ash a scambiare con l’amica il suo Aipom per Buizel) e Barry (energico allenatore, talvolta un po’ pazzo, ma che incontrerà tantissime volte). Anche a Sinnoh Ash conquista otto medaglie, ma in aggiunta partecipa a ben due gare Pokémon, si scontra per la prima volta con un boss del Parco Lotta (Palmer), incontra di nuovo Vera, approdata a Sinnoh per la Coppa Adriano (una gara Pokémon speciale) e, come detto, scambia per la prima volta un Pokémon con un compagno di viaggio (Aipom per Buizel, scambiato con Lucinda), oltre a prendere con sé il Chimchar che Paul aveva insensibilmente abbandonato. Al Gran Festival Ash si ferma a supportare Lucinda, che si piazza al secondo posto; dopodiché, a 8 medaglie vinte, partecipa alla Lega di Sinnoh, dove sconfigge Nando, Conway (altri rivali ricorrenti) e infine anche lo stesso Paul, contro il quale aveva subito svariate sconfitte nel corso del suo viaggio. Si arrende solo in semifinale nella lotta contro Tobias, allenatore che schiera Darkrai e Latios, e che poi vincerà la Lega. Dopo aver accompagnato a casa a Duefoglie Lucinda, Ash si separa da lei in un commovente addio (nel quale Piplup, il Pokémon di Lucinda, è colui che maggiormente mostra tristezza per doversi separare da Ash e Pikachu con cui ha stretto un’amicizia davvero speciale) per tornare a Biancavilla, dove deciderà, salutato anche Brock (che vuol diventare medico) per il suo futuro.

Nero e Bianco / Best Wishes
Viaggio_di_Ash_Unima_Best_Wishes_pokemontimes-itAsh non sa resistere al richiamo dell’avventura, e quando accompagna la madre e il professor Oak in una breve visita alla Professoressa Aralia di Soffiolieve, rimane incantato dalla regione di Unima e decide di iniziare anche qui il viaggio attraverso le otto palestre. Durante il primo giorno fa subito la conoscenza di Iris, una giovane viaggiatrice, che aveva scambiato per un Pokémon da catturare! La ragazza gli si affeziona subito e comincia a seguirlo, sebbene i due, poiché molto somiglianti, non fanno altro che scontrarsi. Nella prima palestra della regione fanno la conoscenza di uno dei capipalestra, Spighetto, che dopo il match contro Ash decide di unirsi al gruppo per migliorare come intenditore di Pokémon (nuovo ruolo della regione di Unima). Ne consegue un emozionante giro della regione di Unima, in cui i tre si scontreranno con un Team Rocket dagli intenti rinnovati e più cattivi, e con una miriade di rivali davvero agguerriti: Diapo, Belle, Stephan, Cameron e Virgil (e addirittura una rivale per Iris – Georgia – e una per Spighetto – Burgundy). Ash cattura in questa regione molti più Pokémon di quanto era sua abitudine, arrivando a far ruotare continuamente la sua squadra titolare a seconda del vantaggio del tipo da avere su capopalestra e rivali; partecipa anche ad un maggior numero di tornei (tre), tutti organizzati dai Club di Lotta Pokémon di Don George che frequenta spesso, giungendo due volte in finale ed una in semifinale. Dopo la vittoria delle 8 medaglie viene invitato da Camilla, campionessa di Sinnoh nella sua villa della città di Spiraria, luogo di vacanza sul mare; qui ritrova la fedele amica Lucinda, accorsa da Johto per rivederlo e partecipare alla Coppa Junior (la terza delle tre prima descritte). Ash trascorre quindi un breve periodo con Lucinda, Iris e Spighetto tra il torneo e le avventure attorno a Spiraria, dopodiché ha un ultimo tremendo scontro col Team Rocket, e poi si reca alla Lega di Unima (nel frattempo Iris decide di proseguire per diventare una Maestra Drago migliore, quindi resta con lui e Spighetto). Nel torneo finale Ash supera turni difficilissimi contro l’eterno Diapo (prima vittoria in assoluto per Ash) e Stephan, ma viene sconfitto ai quarti da Cameron – che lottava per errore con 5 Pokémon – principalmente a causa del suo Hydreigon. In finale lo stesso Cameron perde col Team Eevee di Virgil, vincitore della Lega.

Saga di N e Isole Cristalline / Episode N e Decolora Adventures
Viaggio_di_Ash_Isole_Cristalline_Best_Wishes_pokemontimes-itConclusa la Lega, Ash si reca a Soffiolieve, sempre con Iris e Spighetto, dove la professoressa Aralia lo incuriosisce nel recarsi alla Torre Dragospira per delle ricerche fatte dal padre sul leggendario Reshiram. Faranno la conoscenza di un misterioso ragazzo di nome N, accompagnato dalle ancora più enigmatiche Concordia e Antea, scontroso su tutto ciò che concerne il rapporto tra umani e Pokémon: secondo lui, nonostante il palese legame che Ash ha coi suoi, i Pokémon dovrebbero essere sempre liberi; sulla strada di N c’è il malvagio Team Plasma, il cui obiettivo è assoggettare proprio i Pokémon al loro volere, compreso lo stesso Reshiram. Ash e compagni, uniti a N, attraverseranno pericolose peripezie per giungere poi alle Rovine Bianche ed all’incontro decisivo col Team Plasma di Acromio e Ghecis, e con Reshiram. Il viaggio a Unima è concluso, e adesso il ragazzo di Biancavilla ha intenzione di tornare a casa, come sempre per ringraziare i suoi Pokémon e decidere sul da farsi. Iris e Spighetto decidono di restare al suo fianco ancora una volta, e lo accompagnano nel viaggio in nave attraverso le Isole Cristalline, sede di svariati tipi di Pokémon rari e introvabili oltre che di indimenticabili panorami. Con la conduzione del capitano Porter i tre passano per le isole più improbabili e imprevedibili, ritrovando un Team Rocket tornato nel suo vecchio proposito di catturare Pikachu e tanti altri Pokémon. Ash ritrova il Professor Oak, intento nelle ricerche sui Rotom, e Sandra, capopalestra di Ebanopoli, che ha intenzione di acchiappare un Druddigon cromatico; deve anche vedersela con la stessa Iris, perché a causa di un litigio i due minacciano di non vedersi mai più. Ma le avventure si accendono quando i tre fanno la conoscenza di Alexia, una giornalista proveniente dalla regione di Kalos, con Pokémon mai visti prima come Helioptile e Gogoat; l’esplorazione delle Isole Cristalline prosegue assieme a lei tra Pokémon leggendari, cacce al tesoro e nuove emozioni. Infine si rivede Kanto: sventato l’ennesimo piano del Team Rocket, Ash deve salutare i suoi due compagni di viaggio. Iris si recherà a Johto per sfidare Sandra e Spighetto sarà a Hoenn per una gara di pesca. La partenza del loro treno segna l’inizio di un nuovo ciclo per il ragazzo, che il giorno dopo si incontra coi suoi Pokémon e decide per la partenza verso Kalos.