I nuovi episodi di Pokémon Sole e Luna arrivano in anteprima sullo streaming ufficiale!

6
banner_serie_sole_luna_streaming_ita_pokemontimes-it

Da quando K2 è stata acquistata da Discovery abbiamo assistito ad un calo della qualità dei propri palinsesti (almeno questa è l’opinione comune che c’è in tutti noi fan della serie), oltre che ad una sempre più progressiva lentezza nel portare prime tv di anime quali Pokémon e Yu-Gi-Oh!.
Di questo argomento avevamo già parlato un po’ di tempo fa in un Pokémon Talk, e ora sembra proprio che la situazione sia peggiorata.

Come tutti saprete, la scorsa settimana è ripresa la trasmissione degli episodi inediti della serie Pokémon Sole e Luna su Disney XD, il che dimostra un certo interesse per la serie, segno che gli episodi sono effettivamente seguiti e apprezzati in Italia, ed il canale satellitare ci tiene quindi a fare buoni ascolti anticipando la rete in chiaro, fin qui tutto normale!

Tuttavia non si era mai verificata una cosa, e cioè che K2 venisse addirittura superata dal servizio streaming TV Pokémon… ebbene sì, K2 temporeggia così tanto nella trasmissione di Pokémon Sole e Luna, che le nuove puntate stanno arrivando prima su TV Pokémon!
Con l’ultimo aggiornamento dello scorso sabato, 2 settembre, su TV Pokémon è arrivato l’episodio 17 “Un’indagine cristallina!” (trasmesso il giorno prima su Disney XD e ancora inedito su K2), e con l’aggiornamento di questo sabato, 9 settembre, arriverà un altro nuovo episodio, intitolato “Una saporita ricerca!”. Ogni sabato avremo quindi un episodio nuovo su TV Pokémon, in anticipo rispetto a K2.

dplay_streaming_episodi_serie_sole_luna_pokemontimes-it

Tutto ciò ha dunque evidenziato definitivamente l’estrema lentezza con cui K2 trasmette le nuove puntate di Pokémon Sole e Luna (episodi che sono doppiati e pronti alla trasmissione), oltre al pessimo trattamento che sta riservando alla serie con gli inediti al sabato mattina.
Sul canale 41 del digitale terrestre erano stati trasmessi i primi 12 episodi nei mesi di aprile e maggio, più 4 episodi aggiuntivi eccezionalmente trasmessi a luglio. Tutto ciò ci aveva fatto sperare in una pronta ripresa degli inediti ad inizio settembre, ma non è stato così.

Non ci è quindi chiara la posizione di K2, staranno forse facendo dei cambiamenti o è solamente una questione di diritti d’anteprima, che stanno cedendo un po’ troppo ultimamente? A seguito di ciò, ci si potrebbe aspettare un nuovo ritmo, più veloce, per recuperare almeno il divario con TV Pokémon.
Forse la trasmissione al sabato mattina non funziona e stanno cercando di accumulare più episodi possibili per fare un’unica trasmissione? O vorranno fare come negli Stati Uniti e trasmettere un episodio a settimana, magari cambiando orario, ma senza interrompersi con pause di diversi mesi?

Arrivati a questo punto però sorge spontaneo chiedersi: dov’è finita la vera K2? Dov’è finita la televisione che in passato ha battuto più volte gli Stati Uniti nella trasmissione degli inediti?
Intanto, possiamo solo goderci la parte buona della notizia: per tutti coloro senza abbonamento Sky, sarà possibile seguire in questi sabati le nuove puntate di Sole e Luna, in attesa che K2 si dia una mossa! Per chi non lo avesse, ecco il link di TV Pokémon.

E voi cosa ne pensate di questa situazione, Pokémon avrà le ore contate su K2, o il canale di Discovery si riprenderà presto e ci sorprenderà tutti? Solo il tempo potrà dirlo, intanto fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!

6 COMMENTI

  1. Allargando il discorso non solo alla serie Pokémon, ma in generale, direi che è diventato veramente difficile seguire qualunque serie nella TV in chiaro. Detto questo, e come dissi (mi pare) tempo fa, sono favorevole ad una programmazione alla americana/giapponese, ovvero un episodio inedito a settimana ad un orario preciso ed accessibile, per le repliche si può discutere, trasmettere l’episodio immediatamente precedente prima di quello inedito mi pare una buona soluzione se per caso qualcuno perde la puntata (e poi volendo ogni tanto trasmettere anche un tot di repliche tutte di fila in orario diverso, fermo restando comunque di trasmettere sempre un inedito una volta a settimana il più possibile). Lo so che una puntata a settimana sembra pochino, ma sinceramente questi (lunghissimi) “stop and go” sono deleteri, ed evidentemente non riescono/vogliono programmare bene la cosa. Nel frattempo che li trasmettono uno alla volta arrivano poi ad avere già pronta la prossima batteria di episodi.

    Opinione personale, anche in passato non mi è mai piaciuto questa impostazione di “stop and go” che le TV italiane hanno usato praticamente per qualsiasi serie, soprattutto quando internet non era così diffuso. Vedevi la serie nuova o una batteria di repliche? è vero che potevi vedere una buona parte tutto d’un fiato ma appena finivano gli episodi inediti già si partiva con un giro (estenuante) di repliche… quando riprendere a vedere i nuovi episodi, soprattutto dopo una lunga pausa??? Certe serie proprio non sono riuscito a finirle… Alla fine con un episodio inedito a settimana hai più certezze e “”stabilità””.

  2. Completamente d’accordo con te 04n70n10! In Italia c’è l’abitudine di trasmettere 10/15 episodi tutti insieme che ovviamente finiscono nel giro di due/tre settimane. Succede con Pokémon (DXD fa sempre così), succede con Dragon Ball Super in questi giorni, è successo con le nuove puntate di Naruto lo scorso aprile ecc…
    Ovviamente K2/Disney XD potrebbero trasmettere un episodio a settimana senza fare pause, gli Stati Uniti lo fanno, che tra l’altro la loro trasmissione è molto vicina a quella giapponese.
    A mio avviso K2 dovrebbe tornare alle origini, più anime e meno americanate per bambini… dato che gli anime hanno sempre qualcosa da insegnare e dietro hanno uno studio e una programmazione eccezionali rispetto ai cartoni americani.
    Inoltre K2 dedica troppo poco spazio ai Pokémon nel suo palinsesto, un anime che vanta quasi 1000 episodi va trattato in un altro modo. Mi ricorda un po’ quello che è successo 10 anni fa con Mediaset, forse ogni 10 anni sarebbe bene cambiare televisione per portare una ventata di aria fresca nella produzione e nel doppiaggio.
    Il fatto è che adesso K2 sta tirando un po’ troppo la corda… Vediamo che succede!

  3. Concordo al 100% Gian97. E’ evidente che le cose siano cambiate dopo l’acquisizione di K2 da parte di Discovery come avete fanno ben notare. Allargando comunque il discorso, noto come l’offerta televisiva in fatto di anime/cartoni animati sia troppo dispersa e complicata da seguire oggigiorno. In altre parole, un casino. Troppi canali e non c’è sinergia. Ci vorrebbe veramente una grande semplificazione, con magari un canale che fa “massa” raggruppando le serie di qualità e che trasmettano secondo un certo criterio.

    E’ chiaramente utopico (in realtà no se ci fosse lungimiranza, ma ….) ma per me l’ideale di un canale veramente tematico di anime/cartoni (di qualità o di interesse) sarebbe: Dal lunedì al venerdì di mattina e di pomeriggio in genere andrebbe trasmesso il filotto di repliche di cui parlavo nel mio precedente post (ovvero, dopo aver trasmesso tot di episodi della serie nuova fai un giro di repliche, inoltre possono essere trasmesse qua in filotto anche le serie complete vecchie). Poi gli episodi inediti in determinati slot, qui si può discutere ma direi che potrebbe andare bene il pomeriggio tardi. Quindi tanto per dire, esempio, lunedì sempre un episodio inedito di One Piece e Naruto, Martedì episodio inedito di Yu-Gi-Oh! e Pokémon (e altri volendo, c’è spazio), Mercoledì Dragonball Super, Lupin ecc. Sabato e Domenica si possono avere varie soluzioni, anche qui volendo possono starci vari speciali ed episodi inediti. La Sera e in seconda serata andrebbero i vari film/OVA/movie, sia “originali” sia facenti parte delle vari serie normalmente trasmesse.

    Per me sarebbe interessante ed sensata questa impostazione…. per questo quindi è utopica XD. Del resto in questi anni sono stati aperti e chiusi canali, disgregato le serie in mille rivoli e canali,stop and go, trasmesse di qua e di la… spesso per questioni di diritti e “malagestione” che per dati di ascolto.

  4. L’idea che hai tu di canale dedicato agli anime/cartoni animati è molto interessante, e l’hai saputo descrivere bene. Purtroppo tutte queste grandi serie appartengono a società diverse: Pokémon è della TPCi/Disney/Discovery, Yu-Gi-Oh! Zexal e Arc V sono della Discovery/4K, One Piece-Naruto-Lupin-Dragonball-Yu-Gi-Oh! sono della Mediaset ecc… ci sono troppi interessati in ballo.
    Ci vorrebbe un unico importatore, che pensi a doppiare e rendere disponibili le puntate su un proprio e unico canale televisivo. Sarebbe anche bello se poi uscissero edizioni in home video. Purtroppo queste supposizioni sono molto utopiche, esattamente come hai detto tu.
    Pokémon poi passa anche per gli Stati Uniti, e questo secondo me (oltre che rovinarla) complica non poco le cose, dato che la TPCi non vende i diritti a chiunque. Sarebbero molto più belli gli episodi doppiati dalla versione originale. Io spero sempre che un giorno cada l’obbligo di acquistare l’anime dalla TPCi, ma penso che questo sogno non si realizzerà mai…

  5. Sì, è chiaramente e volutamente utopico, del resto appunto queste serie le trovi in modo discontinuo in disparati e diversi canali. Visto che rispetto al passato siamo verso il modello dei canali tematici, perlomeno sarebbe bello fossero fatti con un certo criterio.

    Ma a parte questi voluti voli di fantasia che uno dice “vabbe’ amen”, in teoria sarebbe comunque possibilissimo far seguire per queste serie una programmazione come ho detto più sul modello americano/giapponese di un episodio inedito a settimana. Se giappi e americani usano questo modello ci sarà un perché (mica saranno “scemi” voglio dire…), come facilmente intuibile il motivo è che solo così sei in grado di garantire una programmazione continua e stabile, e quindi di conseguenza anche gli spettatori sono più fidelizzati, stabili e in caso in crescita. Invece il “”modello”” di vedere le prime dieci puntate tutto in un botto in un mesetto, poi dopo tre o più mesi non sai quando riprendere la visione dello show…. è ovvio che perdi spettatori, e questo a prescindere dalla qualità di quello stesso show. Pure questo, ahimè, pare quasi utopico qui, magari mi sbaglio ma non ho mai visto questo modello di programmazione (per gli anime/cartoni ovviamente) in Italia.

    Per quanto riguarda la serie Pokémon, la TPCi eufemisticamente lascia molto a desiderare, tra l’altro non solo in questo ambito, anche per quanto riguarda la distribuzione in occidente dei vari eventi nei videogiochi, ecc. (piccola digressione, a noi tocca solo un Pikachu speciale con cappello per cartuccia, mentre i giappi li hanno avuti tutti quanti… ma questo è davvero niente, mi fermo qui, vah…). Il doppiaggio italiano fa quel che può, anzi, ma purtroppo per quanto riguarda le musiche e le sigle ci dobbiamo sorbire di fatto la versione degli americani di TPCi. Da quanto ho capito il motivo è presto detto, da una parte non devono pagare i diritti ai giappi per le musiche e anzi si prendono loro le Royalty quanto vendono le loro “musiche” ai vari altri paesi del vecchio continente. A ben vedere in effetti riteniamoci molto fortunati ad aver avuto almeno per le prime serie delle belle sigle “fatte in casa”, oltre ovviamente al Giappone e USA solo noi abbiamo avuto tal privilegio (a tutti gli altri la sigla americana riadattata). Da quanto ho capito anche altre serie anime probabilmente subiscono questo “giro” in maniera simile.

    Perlomeno trovo che il servizio di streaming ufficiale TV pokémon e la relativa app siano ben fatte, e almeno loro non son lenti come ultimamente K2.

  6. Concordo ovviamente con quanto detto @gian97 e @04n70n10
    Di sicuro almeno la trasmissione regolare e stabile di un episodio a settimana di continuo, sarebbe fattibile.
    Questo strano “stop and go” come ben detto da te 04n70n10, proprio non si capisce, forse lo fanno per racimolare di tanto in tanto dei ricavi per poter finanziare il prossimo blocco di acquisto episodi. Però suvvia, ono gestiti da un’impresa multinazionale, se fosse questo il motivo potrebbero anche pazientare giusto un pochino e organizzare una messa in onda stabile tutto l’anno. Magari gli concediamo un mese estivo di pausa, sarebbe di sicuro un compromesso che gli andrebbe bene, dato che in estate c’è sempre la pausa!