Pokémon Talk: Ash può davvero vincere la Lega di Alola?

2
ash_vs_guzman_lega_alola_serie_sole_luna_pokemontimes-it

La Lega Pokémon di Alola è ormai agli sgoccioli, con le semifinali sul punto di chiudersi, e la stiamo anche commentando sul forum (unisciti anche tu alle discussioni sull’anime Pokémon!).

Più che la conclusione del torneo, però, ciò che ha attirato fin da subito l’attenzione non solo dei personaggi, ma addirittura del pubblico reale, è quel che accadrà a seguito di essa: durante la cerimonia d’apertura, Kukui ha infatti annunciato che il primo Campione ufficiale di Alola potrà disputare una lotta d’intrattenimento contro Mr. Royale, l’Allenatore più famoso e apprezzato della regione.
È perché questa notizia è, ancora adesso, tanto importante? Semplicemente perché nell’attuale versione della sigla Your Adventure vediamo affrontarsi proprio Mr. Royale… e Ash. È ciò significa una sola cosa: dopo oltre vent’anni, l’anime potrebbe aver alluso, alla prima vera vittoria del protagonista in una Lega Pokémon!
“Ma per quale motivo dovrebbe essere davvero cosi?”, chiederete voi. In effetti, da un punto di vista logico un trionfo proprio alla Lega di Alola risulterebbe poco soddisfacente rispetto alle generazioni passate; non intendo dire che Ash sia “poco competente” in questa serie (su questo aspetto comunque ci ritorneremo più tardi), quanto piuttosto che la serie stessa, se paragonata alle passate, risulta oggettivamente orientata su una direzione diversa: Sun&Moon ha scelto di non focalizzarsi sulle lotte per dare spazio ad altri tipi di storie e tematiche, e quindi vincere una Lega Pokémon in un contesto simile, di gran lunga meno competitivo rispetto a DP o XY, potrebbe lasciare sentimenti contrastanti nella maggior parte del fandom; per giunta, considerato l’attuale team del nostro protagonista e il fatto che abbiamo già superato la soglia di episodi standard per una Lega Pokémon (in genere tra sei e otto, mentre ora conosciamo fino a undici contando l’introduzione), con tutta probabilità la finale si limiterebbe al formato 3vs3 anziché 6vs6, in maniera da tale da conservare abbastanza puntate per proseguire la storia.

Ma nonostante questi aspetti “negativi”, in realtà ci sono davvero dei fattori che potrebbero portare alla vittoria in finale del nostro protagonista, molto di più rispetto a quanto pensassimo all’epoca per la Conferenza di Luminopoli.

battle_royal_top_lega_serie_sole_luna_pokemontimes-it

La prima motivazione alla base di questo discorso sta nel profondo significato che contraddistingue l’attuale Lega dalle precedenti, ossia la storia di una regione che, nel tentativo di stare al passo con le altre, va incontro a una rivoluzione. Sappiamo tutti che Alola non pone le lotte su un piano particolarmente elevato, focalizzando invece la propria cultura – e il modo di approcciarsi alle creature tascabili – su altri aspetti; e la cosa ha avuto riscontro non solo nei giochi, ma soprattutto nella serie animata: le prove del Giro delle Isole, o in generale le “sfide” affrontate per ottenere i Cristalli Z, sono state incentrate su qualità o doti ben specifiche da parte degli Allenatori e in alcuni casi ne hanno permesso la crescita; quattro protagonisti su cinque non hanno quasi mai mostrato interesse nelle battaglie, preferendo giocare, lavorare e dedicarsi ai propri hobby assieme ai Pokémon, mentre l’unico ad avere un’effettiva passione per esse, ossia Kawe, al tempo stesso passa il proprio tempo quotidiano nella fattoria di famiglia; proprio Kawe viene surclassato di fronte al potere della Megaevoluzione, sconosciuto per la maggior parte della gente di Alola; e Allenatori come Liam, famosi e dotati di abilità nella lotta indiscutibili, dimostrano di dedicarsi molto allo studio e a varie attività sportive.
Ecco spiegata la scelta di non porre condizioni specifiche per l’entrata dei partecipanti: il reale obbiettivo di Kukui è quello di diffondere la passione per le lotte agonistiche, e affinché questo avvenga è necessario che contribuiscano quante più persone possibili all’inaugurazione della prima Lega Pokémon nella regione, pure coloro che non hanno effettiva esperienza; e tale evento, nel corso delle generazioni successive, porterebbe a una crescita dell’interesse comune verso le lotte agonistiche, spronando più Allenatori a compiere il Giro delle Isole con l’obbiettivo di divenire Campioni.

Cosa c’entra tutto questo con Ash? Beh, in verità la risposta non è troppo difficile da intuire: finora abbiamo visto la vittoria in una Lega come qualcosa cui il protagonista potesse ambire attraverso un percorso costante e dei progressi evidenti, ma stavolta non potrebbe essere diverso? Non sarebbe cioè logico se, in una regione poco propensa agli incontri, a vincere sia un Allenatore che ha sviluppato per anni le proprie capacità combattive, risultando dunque il più forte di tutti?
A questo proposito, poi, parlando del personaggio possiamo passare al secondo Pro: eccetto rari casi quali Hapi, Mimikyu e (tristemente) Hau, la serie di Sole e Luna ha spesso mostrato Ash come un Allenatore decisamente forte rispetto agli altri: è stato scelto da uno dei quattro Protettori di Alola; non ha perso (quasi) nessuna lotta per un fatto di abilità, ma più per altre circostanze quali un Lycanroc disobbediente e la potenza eccessiva di Tipo Zero; durante ciascuna Grande Prova, inclusa quella di Poni nonostante tutto, ha dimostrato ottime tattiche e coordinamento con i propri Pokémon; in occasione della gita a Kanto è stato l’unico a sconfiggere una Megaevoluzione e una Capopalestra; è stato in grado non solo di potenziare la mossa Z di tipo Elettro, ma addirittura di crearne una tutta sua; e infine, similmente a serie passate, il suo stile e la sua visione delle lotte hanno influenzato pure personaggi quali Hapi e Iridio – con quest’ultimo che ha persino iniziato ad adottare strategie simili a quelle del proprio rivale.
Insomma, sembra che il protagonista sia stato contestualizzato quale già abilissimo e con una certa esperienza sulle spalle, come è giusto che sia dopo tutti questi “anni”.
E visto che lo abbiamo citato, giungiamo alla terza motivazione per cui Ash potrebbe davvero trionfare: Iridio.

iridio_alan_img01_lega_alola_serie_sole_luna_pokemontimes-it iridio_alan_img02_lega_alola_serie_sole_luna_pokemontimes-it

Attualmente il protagonista si sta confrontando con Guzman, e qualora vincesse troverebbe il suo ultimo ostacolo nel fratello di Lylia. Alcuni fan temono però il peggio, sostenendo che Iridio possa divenire una sorta di Alan 2.0 e strappare così la vittoria ad Ash, ma, a mio modo di vedere, le cose stanno diversamente.
Ai tempi in cui venne introdotto in XYZ, Alan non era un vero e proprio “rivale” di Ash, ma semplicemente un avversario occasionale che, giunto a un certo punto, avrebbe deciso di presentarsi a sorpresa alla Lega Pokémon; se analizzato secondo quest’ottica, il personaggio sembra quasi una “versione migliorata” di tutti quegli Allenatori, spesso presentati come fortissimi, che compaiono dal nulla e buttano fuori Ash dai rispettivi tornei (Ritchie, Harrison, Tobias e via dicendo), con l’unica differenza di possedere una caratterizzazione più profonda e un rapporto con il protagonista meglio strutturato.
Iridio, al contrario, è indubbiamente il rivale principale di Ash in questa generazione, come ai tempi lo furono Gary, Paul e Sandro, è quel personaggio con cui egli ha costruito il rapporto più solido e duraturo lungo la serie, e quindi si tratta dell’avversario che più logicamente dovrà essere sconfitto; i veri Allenatori fortissimi “tirati fuori dal nulla”, volendo confrontare la Conferenza Manalo con le Leghe precedenti, sono Liam e Guzman, già eliminati o sul punto di esserlo, e questo significa che Sole e Luna è la prima serie a rompere ufficialmente il pattern visto e rivisto, facendo affrontare (e sconfiggere) ad Ash l’Allenatore più forte di turno per poi concentrarsi unicamente sul suo rivale principale.

Ultimo ma non per importanza, parlando di pattern dobbiamo considerare la posizione in cui si colloca Mr. Royale: sì, perché se è vero che Ash perde contro l’ultima persona che incontra prima di entrare alla Lega, allora in Sun&Moon questa persona non è Guzman, ma è proprio Mr. Royale (o meglio, Kukui) da bambino, il quale quindi sconfiggerebbe l’ipotetico primo Campione della Lega di Alola durante il match speciale.
E siamo arrivati alla fine… dei Pro, perlomeno.

kukui_lega_alola_img04_sigla_serie_sole_luna_pokemontimes-it

Ad essere sinceri, infatti, anche se in contrasto con ben quattro Pro c’è un singolo Contro che potrebbe mandare a monte l’intera odissea stipulata finora: la Coppa Campione di Galar.
Chiariamoci, ai tempi pensavamo che Ash avrebbe vinto la Lega di Kalos perché, dopo aver scoperto l’esistenza del Giro delle Isole a sostituzione delle Palestre, avevamo supposto che nei titoli in uscita nel 2016 la Lega Pokémon sarebbe stata assente; tuttavia, proprio in seguito alla finale contro Alan, TPCi pubblicò un nuovo trailer e ufficializzò la presenza di una Lega anche ad Alola.
Oggi, con Galar, la situazione potrebbe o non potrebbe ripetersi: la Coppa Campione viene descritta come un torneo nel quale numerosi Allenatori partecipano per poter poi sfidare Dandel, l’attuale Campione, ma la natura effettiva di tale torneo ancora non è chiara: si tratta di una re-interpretazione della Lega tradizionale, o è una sorta di “Via Vittoria alternativa”?
Se la risposta fosse la prima, sarebbe il caso dire “prima che la Lega scompaia definitivamente dai giochi, vogliamo farla vincere ad Ash?”, e quindi non ci sarebbero problemi di alcun genere, mentre nella seconda eventualità… beh, si vince domani.

Bene ragazzi, questo articolo si conclude qui. Spero che abbiate apprezzato quanto scritto, e fatemi sapere le vostre ipotesi riguardo al futuro della Lega di Alola per il nostro Ash con un commento qui sotto, vi aspettiamo anche nel forum per commentare la serie animata di Spada e Scudo!

2 COMMENTI

  1. Ciao @davidz99 Ottimo talk! Non avevo fatto caso alla cosa del “l’ultima persona che incontra prima di entrare alla Lega”, è davvero così? :O

    La considerazione della controparte della lega è effettivamente così. Per XYZ era uno dei motivi che ci faceva sperare nella vittoria: perché credendo non esistesse la lega ad Alola pensavamo “allora gliela faranno vincere a Kalos, perché poi la toglieranno.” Per Galar penso che alla fin fine si tratta comunque di una lega simile, quindi non c’è questo problema secondo me.

    A proposito di pattern, credo ci sia una sorta di prassi sulle sfide che Ash fa con i suoi rivali, o con alcuni di essi: durante la serie Ash perde sempre contro un rivale, per poi sconfiggerlo alla lega. Se non erro quindi, e se questo si potrebbe applicare anche con Iridio, allora forse Ash lo sconfiggerebbe per la prima volta?

    Inoltre, come ho letto in forum inglesi, è stato fatto notare come appunto SL sia una serie “atipica” e proprio per questo Ash potrebbe vincerla, come ha vinto nella Frontiera Lotta e nella Lega Orange, una lega “più ridotta” e sicuramente per questo snobbata e poco riconosciuta dai fan.

  2. Da quando hanno annunciato che il premio al vincitore della lega di Alola era una lotta contro Mr Royale…… non c’è voluto molto per i fan fare 1+1 e in effetti le quotazione di una vittoria di Ash è schizzata alle stelle, nonostante….. tutto quello che è successo nelle scorse regioni. Tra l’altro la sfida Ash-Kukui era paventata già nelle primissime puntate…. è un cerchio quindi che dovrà chiudersi.

    Che sia arrivata l’ora di smuovere un po’ il tutto anche per gli autori? Ho l’impressione che vorranno fare della lega di Galar non solamente una competizione regionale, ma un qualcosa di più esteso e rivolto a tutti…. una sorta di “mondiale” forse. Tra l’altro i partecipanti devono magari avere un certo curriculum e sponsor per partecipare. Chissà se vorranno per una volta fare tutta questa sorta di collegamenti in questo particolare passaggio di serie. Tutto questo basandomi sul poco che sappiamo al momento riguardo la prossima serie “aperta a tutte le regioni”.