L’Ascesa di Darkrai

Locandina

Titolo L’ascesa di Darkrai
Prodotto in: Giappone
Anno: 2007
Uscita italiana: 22/07/2011 (proiettato in eventi speciali al cinema, estate ’08)
Uscita giapponese: 14/07/2007
Durata: 100 min. circa
Sigla italiana: Saremo eroi (iniziale) / Io ti ricorderò + Vivere nell’ombra (finale)

Trama

Lo Spazio e il Tempo: le due dimensioni che mai avrebbero dovuto incontrarsi, per nessun motivo al mondo. Dialga e Palkia, i Pokémon che le governano. E una collisione divenuta inevitabile che è ormai destinata a portare grandi catastrofi. Le leggende si scontrano e niente sarà più come prima. Ma… perché?

Il viaggio a Sinnoh di Ash, Lucinda e Brock non è iniziato da molto: Lucinda è come sempre intenzionata a vincere fiocchi nelle gare Pokémon della regione. E la prossima gara si tiene ad Alamos, un luogo dalla magia incontrastata, che risiede su un gigantesco altopiano di Sinnoh, circondato da un ampio specchio d’acqua, raggiungibile solo con un grosso ponte che… non c’è! É così che ha inizio l’avventura dei nostri eroi: sbagliando strada. Per fortuna, la giovane Alice, musicista virtuosa esperta nel suonare le foglie, oltre a catturare le attenzioni del solito Brock e quelle degli affascinati Ash e Lucinda, li conduce anche nella città con la sua mongolfiera. I nostri amici visiteranno ben presto una delle città più splendide in assoluto coi suoi magici giardini, le strade caratteristiche, l’equilibrio con la natura, il calore delle persone, ma soprattutto una struttura tanto imponente quanto misteriosa: le Torri SpazioTempo. Esse furono costruite dal geniale architetto Godey più di 100 anni fa; quest’uomo era il bisnonno di Tonio, amico d’infanzia di Alice, un singolare studioso delle anomalie spaziotemporali che si stanno verificando ad Alamos.

I nostri eroi si trovano di fronte al misterioso Darkrai, che causerà ancor più problemi di quanti non ce ne siano già nella città. Ma le storie che Alice ha sentito da sua nonna Alicia parlavano di un Darkrai ben diverso… quale sarà la verità? Starà ad Ash e Lucinda scoprirlo, in un’avvincente rincorsa alle torri SpazioTempo per salvare Alamos dal collasso totale. Dialga, Palkia e Darkrai decideranno le sorti di Sinnoh? Oppure i due eroi, con l’aiuto di Alice e Tonio, sveleranno i misteri che la vicenda nasconde? Potrete scoprirlo in un film dalle atmosfere uniche e sopra le righe, che peraltro darà il via alla prima ed unica trilogia di lungometraggi della storia dei Pokémon – quella composta dai film 10, 11 e 12 di Diamante e Perla. La storia inizia qui, ma finisce altrove…

 

Cast

Personaggi principali: Ash, Lucinda, Pikachu, Tonio, Alice, Darkrai.

Cast di supporto: Brock, Dialga, Palkia, Jessie, James, Meowth, abitanti della città di Alamos.

 

Trivia

 Il film ha avuto in Italia una sua storia tutta personale. É stato proiettato per le prime volte nel 2008: il 12-13 luglio a Mirabilandia, il 7 settembre a Napoli (UCI Cinemas) e il 14 settembre a Milano (UCI Cinemas). In realtà originariamente erano previste anche altre due trasmissioni, entrambe il 31 agosto, una a Roma e l’altra a Genova, ma ambedue videro problemi col DVD della Nintendo a bloccare la proiezione. Dopo questi eventi speciali il lungometraggio è stato assente dal panorama italiano per tre anni, a causa della disputa dei diritti Mediaset, che in quel lasso di tempo aveva lasciato andare i Pokémon alla concorrenza. É uscito in modo completo soltanto il 22 luglio del 2011, quando il sito ufficiale pokemon.it lo ha rilasciato in versione streaming su internet per tre giorni.

 Con 4 anni di distanza rispetto all’uscita giapponese (la distanza ottimale si aggira attorno ai 9-10 mesi), questo film è il terzo più “ritardatario” dell’Italia, preceduto solo dal settimo (6 anni esatti) e dal sesto (8 anni e 8 mesi).

 Questo film è l’unico ad essere stato diretto da Davide Garbolino, doppiatore leggendario di Ash sin dal primo episodio. Gli altri film, così come tutta la serie d’altronde, sono doppiati da Federico Danti, voce dello storico narratore.

 L’Ascesa di Darkrai è il primo film della Trilogia di Diamante e Perla. Questo è l’unico caso nella storia dei film che un lungometraggio non sia fine a sé stesso ma collegato con altri.

 Il design della città di Alamos è basato su Barcellona, in Spagna; inoltre le Torri SpazioTempo sono state disegnate in base all’aspetto della Sagrada Familia situata sempre a Barcellona.

 La Sagrada Familia fu costruita da Anthony Gaudì; le Torri SpazioTempo sono state costruite dall’architetto Godey (il suono e lo spelling sono similissimi a Gaudì), e il nome del suo pronipote è Tonio (da Antonio e quindi un chiaro riferimento ad Anthony, nome di Gaudì).

 Questo film ha un’intensa componente PearlShipping, allo stesso modo in cui il 2° è molto PokéShipping e il 9° è molto AdvanceShipping. Nel caso della Pearl, comunque, anche 11° e 12° film hanno scene molto famose e rappresentative; questo è comunque considerato il lungometraggio che ha apportato di più alla shipping di Ash e Lucinda.

 Questo film celebra il 10° anniversario dell’anime (e dei film stessi), perciò l’introduzione include una sequenza di scene da tutti i precedenti 9 film.